25 ottobre 2009

RecenZione: Bastardi senza gloria

Soggetto inquisito: Bastardi senza gloria, di Quentin Tarantino



C'ho dovuto pensare e per dirla tutta sto ancora ponderando sul se mi sia piaciuto veramente, fino in fondo.




Perchè i punti cardini sono molteplici, in primis Tarantino stesso che non è per tutti, poi la trama romanzata, gli attori che a parte Brad Pitt sono tutti tedescofoni, le uscite fumettistiche, i momenti esilaranti nel dramma assoluto, insomma di roba ce n'è da digerire.

E mi dovete capire.

Io me ne ero andata al cinema perchè pioveva, ero senza ombrello e fuori mi bagnavo, poi per sbaglio avevo visto un simpatico trailer con uno coi baffetti che urlava "Nein!Nein!Nein!". Così ho dato occasione alla mia ultracentenaria tessera universitaria di far sfoggio di sè e della sua scarsa utilità, e sono entrata.


Spiegare la trama è un servizio che non vi fornirò perchè di roba di guerra, infiltrati, manovre militari non me ne intendo, per cui vi rimando direttamente al vostro prof di storia.
Posso dirvi però che il tutto dura 2 ore e mezzo e che passano piuttosto velocemente, fatta eccezione per devi momenti lenti e vuoti alternati a un sacco di conversazioni, sparatorie, mazzate nella testa e così via.
E' anche parecchio violento come film, legnate come se piovesse e chiunque si spara un pò per tutto.
Però oh il nazismo, la guerra, i tedeschi, fu un periodaccio ragazzi...sicchè la violenza ci sta tutta e Quentin non ce la risparmia.



Nonostante la non-fama mondiale della maggior parte del cast (a parte il padrone del Commissario Rex), sono stati tutti molto bravi. A svettare, il cattivo per eccellenza Christoph Waltz alias il generale Landa che è stato proprio figo, se gli daranno un premio, io l'avevo detto!
Brad Pitt che di solito è più bello che bravo, stavolta è stato più bravo che bello, forse perchè compare poco tutto sommato.

Spezzando una lancia in suo favore, va detto che a fare ombra al suo personaggio c'erano quasi tutti gli altri Bastardi, soprattutto l'Orso Ebreo (Eli Roth, uno che spacca) il quale spappola crani nazisti a son di mazza da baseball. Sì, un amicone.

Ma la caratterizzazione dei giustizieri ebrei è stata curata in generale, e un pò perchè sono i buoni un pò perchè hanno faccette simpaticamente deviate, li adorerete da subito e loro in cambio non vi incideranno una svastica in fronte!




Cioè ecco non è uno di quei film che "proprio-guarda-una-roba-che-non-te-lo-puoi-perdere", ha dei momenti molto divertenti per non dire geniali solo che è molto molto molto Tarantino.
Molto Kill Bill.
Molto Titanic anche.
Molto Il Bivio.
Molto quel film di Mel Gibson tutto coi sottotitoli, no la Passione di Cristo, quell'altro.
E basta perchè ho un cervello (pigro oltretutto), non un archivio cinematografico da cui attingere le fonti di citazioni, O.S.T., inquadrature e quant'altro.

La croce e la delizia di quest'opera è proprio-udite,udite- suo padre, se vi piace cancellate pure quanto appena letto perchè amerete Bastardi senza gloria come vostra mamma e vi farete tatuare i dialoghi sulla schiena; se non vi strappate le vesti davanti ai suoi lavori precedenti invece, non lo farete neanche per quest'ultimo.

Possiamo trarre quindi la sorprendente conclusione che il film mi sia piaciuto, MA...c'è sempre un ma...non credo che rimarrà impresso più di tanto e per più di un tot di tempo nelle menti e nei cuori, almeno non come hanno potuto i succitati Kill Bill e Titanic.
Il Bivio no, insomma tutto il rispetto per Enrico Ruggeri però...
Comunque sia vi consiglio di vederlo (Bastardi, non il Bivio), ho speso soldi per molto peggio, e potete farlo anche voi!

Sentenza: 8, ovvero Enrico Ruggeri non sarà mai Quentin Tarantino!

7 commenti:

Elisabetta ha detto...

Io l'ho trovato stupendo...3 spanne sopra Kill Bill:-)
Ehi, recensione in similtanea (si fa per dire^^')...tu qui lo recensivi e io lo giudicavo in facebook:-D
E' il meno tarantiniano e il più accessibile ai non tarantiniani, per altro, invece, secondo me^^'

Elisabetta ha detto...

*simUltanea*

Giuls ha detto...

Tarantino non è il mio uomo, nel senso che non mi piace in generale, ne riconosco le abilità teatrali, i dialoghi, però non è comunque tra i miei preferiti.
Il marchio di fabbrica anche nei Bastardi si nota molto secondo me,magari uno che ama Tarantino non percepisce "i difetti",la tarantinità del film, quanto uno che invece lo detesta...
Tuttavia, il fatto che il film mi sia piaciuto è assai rimarchevole, da acida e non-tarantiniana ho apprezzato...magari mi sono espressa male ma il verdetto era positivo.
Nonostante il regista!XD

Giuls ha detto...

Mi sono dimenticata la questione Kill Bill.
I Bastardi secondo me sono meglio di Kill Bill, in tutto.
Tranne che nella cosa fondamentale: la trama.
Perchè la storia di Kill Bill ti affascina a tal punto che l'hanno diviso in 2 volumi, contando appunto sul fatto che tutti sarebbero ri-accorsi a vedere come andava a finire.
Per i Bastardi ciò non sarebbe stato assolutamente possibile per tutta una serie di fattori logici, uno su tutti l'ambientazione storica.
E l'ho paragonato a Titanic proprio per questo, la storia di fondo è vera ma immaginiamo cosa sarebbe successo se...e facciamoci un film sopra!
Insomma, su Kill Bill uno ci può fare anche il cosplay (il riferimento NON è casuale!:D), sui Bastardi non so quanto funzionerebbe...ma se lo fate ditemelo che vengo anch io!!XD

Dreamerboy ha detto...

E' un bel film... io preferisco però il Tarantino più "eccessivo" (oltre che ricco di riferimenti e citazioni) di Kill Bill e simili.
Appunto appunto, forse più accessibile.
Sicuramente piacerà di più, perchè appunto rimane un film grandioso!
Ma citare Ruggeri nooooo vi prego............. almeno quello risparmiatelo, povero Quentin! ^^

Giuls ha detto...

Ma...Ruggeri è un pretesto gonfiato per rendere l'idea...mea culpa, è la tendenza del sotto-Pò all'esagerazione. U_U

Elisabetta ha detto...

Ho pensato subito che avremmo potuto fare i Bastardi...grandi^___^;-D Allora l'anno prox tieniti ancora libera, tesoro:-D

Sì sì, si capiva che il tuo giudizio era positivo "nonostante te e di conseguenza te con questo regista":-)

E io volevo solo dire che mi è piaciuto; i miei commenti son sempre molto soggettivi e mi piace conoscere il gusto delle persone ma non discuterlo^_^

Kill Bill rimane Kill Bill:)
Secondo me era più facile riuscire con Kill Bill che con questo:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...