8 novembre 2011

Misfits reloaded- Cinque alto per Rudy




No tranquilli, non è cambiato niente.
Misfits (non) mi piace come sempre.
Però che fai, nuova stagione, facce nuove, Nathan gone, non ne parli? Fa brutto.
E allora eccoci.

Giuro (giuro!) non è che lo faccio apposta, non ci provo troppo gusto a nuotare in questa corrente avversa per cui mentre tutti applaudono (o piangono, whatever) io squoto la testa e dico bah!
Avevo già spiegato qui i motivi per cui non mi posso ritenere una fan sfegatata dei Misfits, ma in 2 parole è questo: per quanto la trovi una serie originale, pensata in maniera coraggiosa e irriverente, con attori freschi ggiovani, agili e trendy (mobbasta), non è una roba che fa vibrare le mie corde.
Poi tollero male l'accento british, o wozzameriganboi o niente, per quanto mi riguarda.
Sono figlia del mio ignobile tempo e mi piace così.
E comunque ieri sera, mentre guardavo la prima puntata della terza stagione ho anche partorito la teoria per cui il mio odio avrebbe ragioni quasi scientifiche, quasi psichiatriche poichè in effetti ci sono solo 2 colori che odio atavicamente, senza riserve, senza sconti nè eccezioni e sono il grigio e l'arancione.
Metteteli insieme dai, accartocciatevi su una serie, coraggio ma poi non vi stupite se la cosa mi ripugna.
Bene, se voleste farmi fuori con la cromoterapia adesso sapreste come fare.
Ma non lo fate, vi prego.


Mi piace ricordarli così

Cioddetto, ieri sera devo ammettere, è stato diverso.
Misfits mi ha trascinato, mi ha quasi (quasi!) divertito.
So bene che gli aficionados si son invece rotti le palle ma io manco a dirlo, me ne sbatto allegramente perchè come ben specificato fin qui, aficionada non lo nacqui.
Indi per cui, sticazzi!
Nutro tuttavia grandi speranze nei confronti della nuova stagione per i due motivi che non si può proprio fare a meno di menzionare:
  1. Il turn over dei poteri: che questi per carità sono oggettivamente poteri del menga, ma quelli di prima invece erano da sturbo!?
  2. Nathan se n'è andato e non ritorna più, il treno delle 7:30 senza lui: gente, metteteci un toppino. Se ce l'ha fatta la Pausini. Poi tanto si sa che chi non muore...non muore.

Se pensate che Nathan non mi sia mancato, vi sbagliate.
Avevo proprio l'ansia di vedermelo sbucare all'improvviso travestito da platano o da armadietto.
Gli salvo il monologo del "we were so beautiful", ma non ho mai apprezzato quell'atteggiamento e quell'umorismo da spaccone british con accento irish (deh!).
Non mi stava antipatico eh, quello no...ma non lo trovavo neanche così brillante e dotato del carisma che dovrebbe avere a gusto mio, il personaggio ribelle di turno con tutta la baracca sulle spalle.

Da oggi al suo posto, Rudy.


convincervi con questa sarà impossibile

Mi sbaglierò (no.) ma lo trovo interessantissimo.
Ha perlomeno un fottio di sfaccettature, qualcosa su cui lavorare senza l'impellenza di buttarla sull'ironia che dopo poco risulta già trita e ritrita.
Il suo potere schizofrenico poi mi ha fatto impazzire.
Vedetela così, è un Nathan all'ennesima potenza e un non-Nathan al cubo.
A parte che recita pure meglio.
Il punto è che per come la vedo a fare il coglionazzo son buoni tutti (prendete me come esempio).
Ma a fare il coglionazzo con qualcosa da dire, quello no.
Cosa rendeva Nathan interessante!?
Il fatto che fosse incazzato col mondo.
Che fosse figo (quei boccoli, se non vi piacevano, eddai che lo so.)
Che fosse buono dentro.
Che chiamasse continuamente Simon, Barry (minchia che sfottò, da piegarsi.)
What else!?
Nathan è stato fondamentale nelle prime due stagioni, tuttavia quel che mi son sempre chiesta è, ma lui a parte il mattatore e l'imbecille, cosa sa fare!?
Muore senza morire, in pratica. Ah beh.
Quante volte c'è tornato utile?! Non moltissime, se andate a vedere.

Two Rudy is megl' che one Nathan, ad oggi.

Lui mi intrattiene.
Mi incuriosisce perchè è maledetto senza essere bello, è pesante senza essere noioso o molesto.
La cosa che più mi preoccupa è il gruppo di dormienti che dovrà guidare.
Io la terza stagione me la immagino così:
La rocket scientist andrà in crisi depressiva, e per essere salvata invocherà il potere del Bazinga. E da qualche parte nel mondo, uno Sheldon Cooper morirà.
Il gender-shifter andrà incontro a una precoce disfunzione erettile e nessuno potrà farci nulla. Nemmeno la cock-monster.
Questo sarà un durissimo colpo per lei, da cui però si riprenderà spassandosela più di prima alla facciaccia nostra e di chi je vole male.
Inevitabilmente Simon la lascerà per dedicarsi anima e corpo al parkour. Al momento infatti è versatilissimo nel prevedere da quale finestra si sfracellerà, comunque prima o poi abbraccerà l'asfalto a prescindere.
Fine.

There'll be shit. It's in the air. I can smell it.

6 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

io sono un fan di misfits dalla primissima ora, quindi shame on you per non essere fan!
e shame on you lo dico con fichissimo accento british :)

comunque pur adorando nathan trovo ci sia del notevole potenziale in questo nuovo rudy, quindi ho deciso di andare oltre il lutto (o non lutto) per la sua assenza e godermi questa nuova stagione

Giuls ha detto...

se lo dici con l'accento tamarro della ex bionda, che non ho più idea di come si chiami, ti detesto definitivamente! :D

PattyOnThe Rollercoaster ha detto...

Nuo! Anche a me piace Misfits, ma chi se ne frega se anche a te non piace, le recensioni fanno ridere lo stessooo! xD
Intanto, anche se ancora non ho visto la terza serie (che se sono ancora 6 episodi ci metto tre giorni a farla lunga), grazie per avermi informata che è uscita.
Recensione divertentissima, come al solito! "Nathan se n'è andato e non ritorna più" mi ha fatto ridere per un quarto d'ora! xD

Giuls ha detto...

grazie Patty! Dire che la serie non mi piace è semplicistico, e comprendo se molti di voi non mi comprendono.
Io veramente non so esprimere a parole la sensazione che mi pervade ogni volta che guardo una puntata di Misfits.
L'unica via è questa: da bambini vi è mai capitato il classico incubo ricorrente da febbrone da cavallo!? quei sogni disturbati, deliranti e sconnessi che una volta svegli, ti rimanevano dentro facendoti vivere momenti di sinistra e amara incertezza.
Ecco, guardare Misfits per me equivale a ripiombare in una di quelle dimensioni parallele che vivevo quando ero malata.
Vai a sapere cos'ho nella testa.

Morena Bowlandia ha detto...

Profonda ammirazione per come riesci a sopportare la visione di cose che non ti piacciono, ma soprattutto per dare validissimi argomenti del ripudio!
grande Giuls, come sempre!

Alieno ha detto...

Sai cosa? Sono d'accordo su Rudy! Sia chiaro, Nathan era Dio (Ed era figo appunto perchè la sua ironia era senza senso) ma Rudy è un personaggio fighissimo. E la sua voce, poi? **Aw** Stagione promossa a pieno per adesso (Sto al passo con UK, sto all'episodio 3)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...