22 ottobre 2011

Keep calm: it's only a fanfiction - excursus

Soggetto inquisito: una fanfic random beccata per caso oggi nel fandom di The Vampire Diaries (se n'è già parlato, lo so, cazzivostri che frequentate un blog monotono tenuto da due tizie "patetiche che si atteggiano a superdonne" [cit.]).


Allorquando Just Alice incappò in codesta maraviglia, il primo sentimento che le sgorgò in petto fu una profonda inquietudine, seguita immantinente dall'istinto di un'onorevole fuga.

Eppur ella non volle seppellire la sconvolgente scoperta nei meandri del suo cuore turbato, bensì, piccandosi di trovare una qualche utilità a tal siffatta aberrazione, prese la coraggiosa decisione di condividerla con Giuls.

Quel che ivi è presentato a vossignori, è il resoconto delle tormentate vicissitudini che eruppero dalla lettura congiunta che di essa fecero le due comari.


Dal capitolo primo dell'opera Echo., vergata da FRAYXSalvatore.

"Unspoken words"
che sarebbe stato meglio

Piange, Elena. Silenziosa e ininterrotta, come una candida pioggia debole di inizio autunno che fa attenzione a non cadere rumorosamente* a terra (ma spacca le palle uguale).

No, piangere è un termine troppo banale. Elena non sta piangendo, sta urlando (?!) solo al mondo la sua confusione. Senza gemiti e ansimi. Silenziosamente.

Non ho ancora capito se siamo davanti a un sapiente uso di figure retoriche, chiasmi, parallelismi, supercazzole o a un incidente sull'Arnaccio.
Dunque, la coniugazione del verbo piangere la sai, noto anche una certa fluenza nella formazione degli avverbi a partire dal femminile del sostantivo.
Ma allora abbi pazienza, perchè non si capisce un cazzo?
Questo è comunque il modo migliore per catturare la nostra attenzione, brava!

Come una goccia d'acqua che inverosimilmente sale le scale, ("La goccia che saliva le scale", il nuovo film di Bruno Liegi Bastonliegi) una ragazza di nome Elena Gilbert (la precisione prima di tutto!) è capace di piangere senza far rumore.

Niente meno. Esticazzi non ce li metti!??
Le punte dei suoi capelli castani, lunghi e perfettamente ordinati, racchiudono e accolgono le lacrime che velocemente scendono sulle guance, zigomi, mento, sul petto, tracciando tragitti invisibili (che peraltro ricordano Laguna Seca) ma scottanti come un fuoco rovente.
Ecche è fija mia!?


Ed è forse proprio questo, quel che vuol emergere da un corpo così fragile e minuto: un fuoco.
Fuoco scoppiettante, che divampa in tutto il suo organismo umano, che le scuote ogni singola cellula e ogni organo; un fuoco lacerante, che vuole solo ricordare e danneggiare. Un fuoco che la vuole smuovere ed incitare ad urlare più di ogni altra cosa;
vorrebbe ricevere aiuto, nel risolvere la sua concitazione d'animo.

Ma sempre il fuoco? WHY?!?



Ma sono le due del mattino (pensa te arrivare a sera...), ed Elena non ha proprio intenzione di aprire la porta nè a suo fratello, nè ad Alaric nè a J...(che c'è?). Già. Nemmeno a Jenna, in questo momento potrebbe aprire quella porta. E Dio sa solo quanto, in tutto questo tempo, a questa famiglia (o almeno, a quello che rimane della famiglia Gilbert) NOOO manchi il suo supporto.

FOREVER ALONE!



L'unica persona che vorrebbe accanto, sarebbe proprio lui. L'uomo per cui questa povera umana (e daje!) sta esplodendo. Per il quale, da un anno a questa parte, lentamente (dopo la sigla), si è innamorata.

Senza saperlo. Inconsciamente (potrebbero essere sinonimi), ad ogni singolo errore, anche minimo ma pur sempre riconoscibile (eh ma pignolissima!), per cui una persona al contrario vorrebbe odiarla (mi sembra il minimo), ha alimentato un piccolo sentimento (3 stagioni, pensa se era grosso!) nei suoi confronti.


Stefan. STEFAN ERA SEMPRE ACCANTO A LEI, IN QUEI MOMENTI.

Va bè, CALMATI OH!!!
CAUTION: L' AUTRICE PENSIERO
Quando, invece di riconoscergli una giusta dignità, essendo la sua fidanzata, pensava a tutt'altro che all'amore che provava per egli.

"Costui" sarebbe stata la morte sua. Poi cos'è sto binomio misterioso!? Dignità: come distinguerla!?
E comunque qui c'è almeno un problema di virgole. E di gerundi.

Gilbert (ecco, cos'era tutta quella confidenza?!) chiude gl'occhi (licenza poetica), stringendoli lievemente, prende un sospiro profondo, e cerca di pensare che tutto si possa risolvere. Che tutto sia dannatamente a posto. BENE. Che in realtà gli manchi moltissimo, ogni minuto. MA NOOO. Che non riesce a stancarsi nel pensarlo constantemente. MA COME?!?
Eppure, ogni volta che congiunge le ciglia della palpebra superiore con quelle dell'inferiore (mi credevo con la tibia!),


una immagine sicuramente inconfondibile si forma nella sua mente. Damon.

Eeeehh bella de casa...dici cotiche.

mentre con una capacità a tutti sconosciuta le infida sicurezza (eh si mai fidarsi della sicurezza!), sebbene sia -ricordiamolo- (certo,hai visto mai uno pensa...invece no!) solo un pensiero.

E, tutte le volte che si trova a pochi centimetri dal suo viso, fatica a reprimere l'idea di abbandonare il fratello minore e dichiarare al maggiore di essere presa e attratta inspiegabilmente (????? tanto siccome si parla di Pupo!).

Ma, ma come?! E l'amore?! E il pianto che sale le scale silenzioso?! E le lacrime che sputano fuoco!?


Che lui la soggioghi? (Bah!)
No. Damon non lo farebbe mai. Non a lei. Non se per una giusta causa.

SE NON faceva brutto, era italiano.

Ma Stefan è con Klaus. Klaus è a Dio sa solo quanti chilometri di distanza. Stefan è distante.

Non ti sfugge proprio nulla!

Damon c'era e c'è sempre stato per lei. E Damon ne è innamorato, follemente. Ma lei non lo sa. Non può saperlo.

NO,LEI NON LO SA PERCHè è IRRIMEDIABILMENTE COGLIONA.

Resta ferma ad osservare i suoi pantaloni, bagnati di un mare.

NO VABBè, SE L'è FATTA ADDOSSO, ERA INEVITABILE.
Stringe al petto un oggetto di inestimabile valore, che sapeva sempre custodire con cura ogni sua parola scritta; il diario che Miranda Gilbert aveva regalato alla figlia.Ora si trovava soffocato tra il petto e le braccia della proprietaria, di cui il bisogno che trova in esso è indescrivibile.
E infatti non ci si raccapezza nessuno.
Se c’è una cosa di cui Elena è sicura, ovviamente si tratta dell’amicizia indistruttibile creatasi tra quest’ultimi. (eh?)
E' indistruttibile solo perchè il diario non può mandarla a fanculo.
E comunque se la leggi al contrario, esce il "Cantico delle creature".

Ma questa sera –o meglio, questa notte- (te lo volevo dire io! guarda che veramente...) la ragazza sfoglia il suo caro amico, e dopo pochi secondi scuote la testa scagliandolo dall’altra parte della stanza. WHY??!
Il squadernino fa un’acrobazia in aria ("Guillermo Mariotto, NOVE!") e cade per terra, a poca distanza dalla porta, in un rumore tonfo –grazie al tappeto che ricopre l’intero pavimento-.
Il tappeto spiega tutto.

E oramai siamo alla frutta...
Sebben sottratta del suo prezioso ciondolo di verbena, rammenta tutto.
Non sono necessariamente collegate. Infatti rammenta ma continua a non capire un cazzo.
E a provato a provare indifferenza nei suoi confronti, e ha (l'accendiamo?) provato ad amare unicamente Stefan, e ha provato a dimenticare.
REPETITA IUVANT!
Il giorno dopo avrebbe dovuto combattere, ma per lei non è un problema.
Non ne dubito, infatti qui è il ritratto della salute!
Il vero enigma, è rinnegare un profondo, seppur sbagliato immorale futile, ma allo stesso tempo vero…amore.
Dannati enigmi, vi odio!

Sentenza:

Le fanfictions sono la nuova crocerossa.


A buon intenditor, poche parole.

10 commenti:

Claudia - Piccolo Spazio Vitale ha detto...

Ho le lacrime.
Ma chi cazz ha scritto sta cosaaaa...
Mitiche!!!!! Il tappeto è la chiave!

Blake16 ha detto...

Una laurea in "GRAMMATICA ITALIANA" (creata appositamente per il tizio/a) gliela possiamo fare assegnare.

Ragazze siete uniche... e pazze.

ArcadySara ha detto...

O.Mio.Dio.
Guardate, a parte il fatto che siete spassosissime e leggo sempre il vostro blog (si, lo sò, non mi ero mai manifestata ma vi leggo ehehe), questo post in particolare sarebbe da stampare e attaccare al muro, così quando scrivo mi consolo ahahahah XD Mitichee!!!!

La Zia Artemisia ha detto...

No ma voi due!
ma che cavolo vi salta in mente di leggere ste cose demenziali???
pazze!!!
pazze!!!
vi bruciate il cervello peggio che coi trip!
salvate le vostre Anime, ri-leggete Zafon!
l'Arcigna Zia^^

Anonimo ha detto...

Il post mi è piaciuto un sacco, non riesco a credere che si sfornino certe fanfiction! XDXDXD
Ed è proprio per questo che vi scrivo di stare attente al regolamento di EFP (penso l'abbiate presa da lì questa fanfiction) in merito alle recensioni su siti esterni... Se non mi ricordo male un paio di annetti fa (credo, perchè ho la memoria di un carciofo surgelato) c'era stata tutta una polemica da parte di sedicenti "scrittrici" in erba che si erano ritenute profondamente traumatizzate dalle recensioni fatte ai loro "capolavori" ed Erika, in risposta, aveva stabilito un preciso regolamento che evitasse eccessive umiliazioni (anche ingiuste, volendo) alle ficcynare e d'altro canto permettesse la libera espressione di orrore su certi abomini... Magari lo sapevate già, ma nel caso ne foste state ignare, mi sarebbe dispiaciuto sapervi aggredite da una marmaglia di bimbominkia inferocite con bava alla bocca... Quindi, a buon rendere!

Giuls ha detto...

@Anonimo: feliccissime di essere invase dai bimbiminkia, che son sempre divertenti!!XD
scherzi a parte non interessandomi e non frequentando EFP dell'episodio che dici non ne sapevo assolutamente nulla, ma trovo il regolamento più che giusto! Forse però si tratta di una regola interna al sito in questione dato che quello che è su internet in teoria dovrebbe essere pubblico. Detto questo ne parlo subito con Alice e vediamo il da farsi!! Grazie intanto :D

.Lick. ha detto...

"Se lo conosci lo eviti" (cit.)
E l'avete letta tutta?! Ma l'avete anche capita °_°?

Giuls ha detto...

Immagino che la comprensione dell'opera sia riservata ai pochi eletti, quelli col terzo occhio e noi non arriviamo a tanto. La lettura tuttavia è stato uno spasso, più che altro perchè è durato poco!!

.Lick. ha detto...

che stomaco! a me è venuta voglia di darmi fuoco con le lacrime di Elena ♥. Ora sento l'impellente bisogno di leggerla per vedere se riesco a capirla meglio ♪

LaTimida ha detto...

Decido stasera di inaugurare il mio blog...e non nego che voi mi avete dato un bel po' di coraggio!
Vi seguo anonimamente da un po', e finalmente da stasera posso dire...sono fan delle Fichissime anch'io!

Alla prossima ragazze!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...