5 giugno 2010

RecenZione: La ragazza che giocava col fuoco (il film)

Soggetto inquisito: La ragazza che giocava con il fuoco, di Daniel Alfredson



A parte che la storia è molto al di sotto rispetto al primo.
E tra parentesi non mi ha entusiasmato per nulla, specialmente il finale che è degno di un episodio dell'Ispettore Gadget.

A parte che non mi ricordo quanto durasse quell'altro ma questo dura ancora di più, e se dura meno vuol dire che è proprio palloso.

A parte che non si può andare a vedere un film solo per le scene di sesso saffico, però Stieg Larsson ce ne infila sempre una in qua e là. Mah.

A parte che sti film scandinavi tutte le volte mi fanno venire un freddo birbone, cazzo ma anche a Stoccolma ci sono i ghiacciai perenni?!?

A parte che ripongo tutte le mie speranze nel terzo ed ultimo capitolo.

Questo come film mi ha fatto schifo.
Il libro non so.





Sentenza: 6 politico, ovvero ok, lei è un' hacker lesbica androgena misantropa e dark-goth...e a me?!

4 commenti:

BigJohn ha detto...

ma esiste anche il primo?? fortunatamente non conosco nulla di ciò. E vista la tua recensione me ne terrò ben lontano ;)

Giuls ha detto...

Ma il primo è bello, non ho letto i libri perchè costano uno stonfo però cmq come film tra i 2 c'è un abisso.
Il primo cioè Uomini che odiano le donne te lo straconsiglio, è un pò lungo ma merita!!:D

Giuls ha detto...

PS ho aggiunto il tuo blog ai preferiti, stasera me lo studio per bene!XD

BigJohn ha detto...

aaaah! il primo è quello lì! si, me ne parlano tutti bene... ma mi sa di cosa angosciante... io poi va a finire che non ci dormo la notte... per ora meglio di no :p

uffa,ma noi uomini non siamo tutti così!

cmq grazie del blog :) il grande ritorno XD speriamo di non fare la finaccia che ho fatto con quell'altro...

ciao ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...